Racconti

123456...10

Il racconto da Seriate ad Assisi: andata e ritorno

Un anno fa ho avuto l'opportunità di scrivere alcune righe inerenti al ciclopellegrinaggio a San Giovanni Rotondo, a cui presi parte con alcuni componenti del Team G.L.D. di Seriate, squadra cicloamatoriale di cui faccio parte. Anche quest'anno mi ritrovo a raccontare di una nuova avventura.

Questa volta la scelta è ricaduta su Assisi, città di San Francesco, luogo di culto conosciuto in tutto il mondo.

Purtroppo durante l'organizzazione del ciclopellegrinaggio viene a mancare Filippo, uno dei fautori e uno dei più attivi sostenitori dell'iniziativa, nonchè uno dei fondatori della nostra società. Ci ha lasciati una domenica, in sella alla sua amatissima bicicletta, colpito da un malore mentre rientrava a casa dopo la solita pedalata. Per noi non era un semplice cicloamatore, ma un esempio di correttezza e lealtà nello sport, così come nella vita. Certo di esprimere il pensiero di tutti i partecipanti, vorrei dedicare a lui questa nostra piccola impresa.
Il ritrovo per la partenza è fissato per le 8.00 del 30 maggio 2008.
Fanno parte del gruppo 19 cicloamatori, tutti con tanta voglia di pedalare e forse con il timore di non riuscire a completare l'impresa...250 km giornalieri di media sono tanti!

1° tappa : Seriate- Lama Mocogno località Santona (240 Km), con arrivo in salita.
Dopo circa 120 km, a Viadana, ci fermiamo per uno spuntino che ci ricarica e ci dà l'energia per continuare. Ripartiamo quindi in direzione Maranello, dove è d'obbligo la foto davanti allo stabilimento del mito Ferrari, bagnati da una leggera pioggerella che fortunatamente non dura a lungo. Gli ultimi chilometri sono tutti in salita, ed oguno di noi li affronta con il proprio passo. L'albergo meta finale della prima tappa è situato in località Santona, da dove si può ammirare un panorama stupendo. Dall'altra parte della vallata infatti si trovano due mete sciistiche famose: Sestola e Monte Cimone. Dopo un'ottima cena andiamo tutti a letto per il meritato riposo: il giorno dopo ci aspettano altri 270 km, piuttosto impegnativi.

2° tappa : Lama Mocogno località Santona - Cortona (270 Km).
Dopo un'abbondante colazione ripartiamo: al valico mancano ancora 4 km. Dopo aver superato diversi saliscendi, una bella discesa ci porta ai piedi del monte Abetone, altra località sciistica dell'Appennino tosco-emilano, che ci impegna con i suoi 12 km di salita. Le condizioni meteo non sono delle migliori, ma per il momento non piove. Durante la discesa nel bosco ci imbattiamo in alcuni banchi di nebbia dovuti all'alto tasso di umidità presente. Dopo aver superato ulteriori dislivelli, affrontiamo il Passo dell'Oppio, non particolarmente lungo, poi di nuovo in discesa fino a Pistoia, che attraversiamo in direzione Poggibonsi. Qui ci fermiamo per mangiare due panini, per ripartire subito dopo in direzione Siena, dove parenti ed amici, partiti in pullman da Seriate al mattino, ci stanno aspettando. Il ritrovo è fissato in Piazza del Campo che, oltre per la sua antica storia, è famosa per il palio delle Contrade che si svolge due volte all'anno. L'incontro in un tale contesto è davvero emozionante. Dopo aver scattato le solite foto ricordo, salutiamo il resto del gruppo e ci diamo appuntamento a Cortona, meta della seconda tappa, cittadina situata in collina, da dove si possono ammirare la pianura ed il lago Trasimeno. In serata ceniamo in compagnia di tutta la comitiva, facciamo due passi, ci concediamo un gelato e poi tutti a letto.

3° tappa: Cortona-Assisi-Cortona (170 Km).
Dopo alcuni chilometri costeggiamo il lago Trasimeno, passando poi da Perugia. La meta è ormai vicina: sullo sfondo di un lungo rettilineo scorgiamo Assisi, arroccata sul colle. Gli ultimi 2 km di salita ci portano alla piazza della Basilica, dove familiari e amici ci stanno aspettando. Dopo 3 giorni metà del percorso è stata portata a termine, fortunatamente senza alcun imprevisto. Scattiamo altre foto, pranziamo, visitiamo la Basilica, salutiamo tutti e riprendiamo le biciclette: dobbiamo fare ritorno a Cortona.

4° tappa: Cortona-Sasso Marconi (220 Km).
Si parte in direzione Arezzo, superiamo il Passo Croce a Mori ed entriamo nel Mugello. Affrontiamo quindi il Passo della Futa sotto un forte acquazzone, che smette quando arriviamo in vetta. Ci cambiamo con abiti asciutti, affrontiamo dei saliscendi sino a Castiglione dei Pepoli e poi in discesa veloce per Sasso Marconi.

5° (e ultima) tappa: Sasso Marconi-Seriate (245 Km).
E' forse la tappa meno impegnativa dal punto di vista altimetrico, ma è la più stressante dal punto di vista mentale. Finalmente alle 18.30 arriviamo a Seriate.
Finisce così quella che per noi è stata davvero una bellissima avventura durata 5 giorni, 1200 km e più di 10000 mt di dislivello costata tanta fatica, ma che ci ha regalato tante soddisfazioni.

Vorrei ringraziare a nome di tutti le persone che con il loro aiuto ci hanno permesso di portare a termine la nostra impresa:

  •     Santino ed Aris per la parte logistica (iscrizioni, percorsi e alberghi);
  •   Simona, Paola, Rosanna, Valerio che ci hanno assecondato con pazienza, guidando e preparando i rifornimenti;
  •     Stefano per avere messo a disposizione il furgone;
  •     Il Team Orobica nella persona di Giancarlo Rinaldi per avere messo a nostra disposizione la macchina ammiraglia;
  •     Papà e mamma di Fulvio, che seguendoci in camper si sono resi sempre disponibili.


Segue l'elenco dei partecipanti:

Santino, Aris, Stefano, Felice, Sergio T., Paolo, Luciano, Mauro, Maurizio, Beppe, Luigi F., Luigi T., Valter, Marino, Battista, Fulvio, Franco, Alessandro, Bartolomeo, Sergio L., Sirio.

AUTORE: Felice Resta


123456...10